EXPORT NEWS: LA CRESCITA DELL’EUROZONA. IL BOOM DELLE IMPRESE GIOVANI, IL VALORE DELLA WHITE ECONOMY, I PONTI ESTERI DELL’ABRUZZO, LE OPPORTUNITà DI BUSINESS E LE SFIDE INTERNAZIONALI, LE CONSEGUENZE DELLA BREXIT E IL TRENO DELL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Crescita dell’Eurozona al top da 10 anni. Battuti gli Stati Uniti
Effetto Macron sull’economia francese che ha registrato nel 2017 la miglior performance di crescita dal 2011, 1,9%, in un contesto europeo di generale accelerazione del Pil, che ha segnato nell’Eurozona il record del decennio: +2,5 per cento, meglio delle già rosee previsioni della Commissione Ue. I dati diffusi sono quelli preliminari del quarto trimestre del 2017 e dell’intero anno appena concluso. Fonte: ilsole24ore.com

Emilia Romagna nuova «locomotiva» del Paese, davanti a Lombardia e Veneto
L'Emilia Romagna è la locomotiva del Paese. Con una previsione di crescita del Pil, quest’anno, pari all’1,9%, scavalca la Lombardia, dove è previsto un aumento dell’1,8%. In coda invece la Sardegna, con lo 0,9%. È uno studio di Prometeia sugli scenari delle economie locali ad analizzare l’andamento della ripresa economica nelle regioni italiane. Fotografando un recupero che viaggia a due velocità e che vede anche regioni del Nord e del Centro Italia, come Liguria e Umbria, collocate negli ultimi posti della classifica, rispettivamente con una stima dell’aumento del prodotto interno lordo pari all’1,1 e all’1,2%. Percentuali inferiori al dato medio Italia, che si attesta intorno all’1,5%, come quelle previste per Calabria, Puglia e Sicilia, quest’ultima al penultimo posto con un incremento stimato intorno all’1%. Fonte: ilsole24ore.com

Giovani e lavoro: nascono 300 imprese al giorno, boom in agricoltura
Un terzo delle nuove imprese iscritte nel 2017 è di under 35. L'Italia primeggia in Europa per aziende agricole condotte da giovani. I dati della Camera di Commercio di Milano, MonzaBrianza e Lodi sono un inno all'imprenditoria che nasce e cresce in casa: nello scorso anno in Italia sono nate circa 300 imprese giovanili al giorno lungo tutta la penisola (circa 110mila), pari al 30,5% di tutte le imprese iscritte nel 2017. Roma (8.276), Napoli (7.073), Milano (5.594) e Torino (3.312) i territori con il maggior numero di imprese giovani iscritte nel 2017, ma sono al Centro Sud i territori dove i giovani pesano di più sul totale delle nuove imprese, Nuoro (44%), Crotone (42,2%), Reggio Calabria (41,9%), Vibo Valentia (41,1%) ed Enna (41%). Fonte: repubblica.it

Confindustria, la filiera della salute vale il 10,7% del Pil
Vale il 10,7% del Pil e garantisce un impiego a 2,4 milioni di italiani. È la “white economy”, ovvero quel settore dell’economia che si occupa della cura e dell’assistenza delle persone. Una “filiera della salute” con due protagonisti: uno pubblico (il Servizio sanitario nazionale) e uno privato, fatto di produzione, commercio e servizi. A raccontare numeri e tendenze del settore è un rapporto di Confindustria, realizzato in collaborazione con Farmindustria, Assobiomedica, Federterme, Federchimica e l’Associazione dell’ospedalità privata (Aiop). Fonte: aboutpharma.com

Export ortofrutta: ecco perché la Spagna esporta più dell'Italia
Tra Spagna e Italia non c’è partita. La differenza nell’export di frutta e verdura è enorme e si è “tradotta”, negli anni, in un progressivo “passaggio di consegne” di mercati un tempo dominati dal Made in Italy e oggi saldamente presidiati dal Paese iberico. Agrumi e pesche sono i prodotti-simbolo dello "scippo" di leadership nel mercato globale. Un primato che affonda le radici in una serie di motivazioni storiche, ma anche strategiche, commerciali e "politiche". Il settore dell’ortofrutta in Spagna ha da sempre una vocazione all’export. Il mercato interno è considerato meno importante di quanto lo sia per l’Italia. La ragione numero uno? Il prezzo. Fonte: italiafruit.net

L’Aeroporto di Pescara punta al network dei transiti Ryanair
Due nuovi collegamenti di Ryanair da Pescara per Malta e Varsavia, attivi rispettivamente dal 3 e 4 aprile, con frequenza bisettimanale. E con il vettore irlandese (che già opera i voli con Milano Bergamo, Bruxelles Charleroi, Francoforte Hahn, Londra Stansted) l’aeroporto abruzzese punta ad allargare il network delle destinazioni grazie ai voli in transito che prevedono lo scalo intermedio a Milano Bergamo, con il vantaggio di effettuare un solo check-in e ritirare il bagaglio da stiva alla fine del viaggio, senza doversi sottoporre nuovamente ai controlli di sicurezza nell’aerostazione di tappa intermedia. Fonte: lastampa.it

Internazionalizzazione delle imprese, Abruzzo e la Marsica diventano il ponte tra l’Algeria e l’Italia
Parte dalla Marsica la missione imprenditoriale in Algeria, che fa seguito alle precedenti iniziative svolte negli anni scorsi dal GAL Terre Aquilane, soprattutto dopo l’attuazione del contratto di rete EXPASS, finanziato dalla Regione Abruzzo. Il rapporto del GAL Terre Aquilane con l’Algeria è ormai decennale avendo nel tempo organizzato: la Settimana della cucina abruzzese ad Algeri, la partecipazione alle Fiera di Orano, un corso di formazione per gli imprenditori in Algeria, decine di incontri tra imprese in Algeria ed in Abruzzo, incontri e convegni, tutte attività che hanno visto il GAL protagonista anche nel creare l’Associazione Maison Enrico Mattei che, nata da un anno e mezzo, già conta oggi in Algeria oltre 100 imprese italiane ed algerine. Fonte: marsicalive.it

Finanziamenti europei: quanti e quali sono? [Audio]
L’Unione Europea fornisce finanziamenti per un’ampia gamma di progetti e programmi nei settori più diversi, dallo sviluppo urbano e regionale, alla ricerca ed innovazione, all’occupazione ed inclusione sociale. Quanti e quali sono? Come si differenziano, chi può accedervi e in quali forme? Un focus sul complesso sistema dei fondi UE e sulle opportunità per imprese, associazioni ed istituzioni. Fonte: radiox.it

SIAE: lanciate due ‘call di finanziamento’ per le attività di export musicale
La Società Italiana degli Autori ed Editori ha lanciato due proposte di finanziamento dedicate agli artisti per lo sviluppo e la promozione di tour all’estero, e agli operatori, per la partecipazione a showcase festival e fiere internazionali. Le call 2018 rientrano nella strategia di Italia Music Export powered by SIAE di supporto all’internazionalizzazione della musica italiana attraverso sostegni economici e strumenti utili alla diffusione della nuova creatività musicale “made in Italy”. Fonte: rockol.it

Opportunità di business in Spagna: il settore delle infrastrutture viarie
Il governo spagnolo ha presentato il piano “Extraordinary Plan for Investment in Roads”, un nuovo meccanismo di finanziamento per le infrastrutture stradali che comporta un investimento di 5 miliardi di euro e che coprirà oltre 2.000 km nei prossimi 4 anni. L'investimento eviterà di gravare sul budget pubblico, grazie a un meccanismo di finanziamenti basato sul partenariato pubblico-privato e che garantirà inoltre finanziamenti europei attraverso la Banca europea per gli investimenti. In più, i progetti previsti in questo piano di investimento straordinario possono essere finanziati tramite il Piano di investimenti per lʼEuropa della Commissione europea (EC IPE). Le misure del piano che includono investimenti in oltre 20 tra i principali corridoi stradali, migliorerà la sicurezza della rete stradale, nonché ridurrà il tasso di incidenti, le emissioni di CO2 e lʼinquinamento acustico che interessa le aree popolate limitrofe. Fonte: s-ge.com

Dal roaming alla moda, tutti i guai che produrrà la Brexit
La Commissione parlamentare inglese sui media digitali, la cultura e lo sport ha realizzato un report dettagliato sulle conseguenze dell'uscita dall'Unione europea e l'impatto sull'economia di diversi settori. Il report, articolato su più di 150 contributi raccolti dall’autunno del 2016, rivela la “profonda preoccupazione dei rappresentanti delle industrie” dei settori turismo, tecnologia e industria creativa per gli effetti dell’uscita del Regno dall’Ue. Fonte: agi.it

Hong Kong vieta il commercio di avorio
Il governo di Hong Kong chiude definitivamente il mercato dell’avorio. Sono previste tre fasi: in un primo momento verrà vietata la vendita dei trofei di caccia e degli oggetti in avorio risalenti al periodo successivo al 1975, anno in cui è entrata in vigore la Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione. Successivamente, anche la messa in commercio di avorio più vecchio risulterà illegale ed entro il 2021 i rivenditori dovranno essersi liberati di tutte le merci. Fonte: lifegate.it

Big Data e il Grande Fratello si incontrano in Cina, dove ogni cittadino ha un punteggio
La sfida per il nostro futuro si gioca ormai non tanto sulla disponibilità di risorse materiali ma sul controllo delle informazioni. La privacy ormai diviene il bene più prezioso che un individuo possa possedere. Mentre ovunque nel mondo si assiste ad un’acritica celebrazione della trasparenza, della condivisione di informazioni personali e di un non ben specificato ideale astratto di “onestà”, un articolo recentemente apparso su Wired descrive uno scenario distopico ma neanche troppo distante in cui tali attuali tendenze vengono lasciate alla loro traiettoria naturale. Si tratta di un inquietante esperimento attualmente in corso in Cina, con il quale il governo ha intenzione di creare un enorme, spaventoso sistema di valutazioni a punteggi in stile Tripadvisor per ogni singolo essere umano presente nel territorio cinese. Fonte: vocidallestero.it (articolo originale su wired.co.uk)

L’ideologia della stabilità distrugge il futuro dell'Africa
Il caso keniano fa emergere un’interessante contraddizione della politica estera moderna. I diplomatici occidentali hanno a lungo predicato il vangelo del buon governo nel mondo in via di sviluppo. Nel 2017 però, mentre nel paese regnava l’incertezza, con la polizia che ha ucciso 78 civili e la stessa commissione elettorale che ha ammesso di aver fatto un disastro in occasione del secondo voto, gli ambasciatori occidentali non hanno fatto altro che intimare ai keniani di accettare l’importanza di un’idea particolare. Non si trattava della “legalità”, della “democrazia”, di “elezioni libere, corrette e credibili”, ma della “stabilità”. Fonte: internazionale.it

Intelligenza artificiale, l’Italia non deve perdere il treno
L'appello di accademici e industriali in un incontro alla Camera dei Deputati: "Chiunque diventerà leader in questo campo dominerà il pianeta". “L’Intelligenza artificiale può riservare opportunità per il nostro Paese, a condizione di non essere colti di sorpresa dal punto di vista culturale e legislativo”: è il messaggio emerso dal convegno intitolato “Le opportunità dell’intelligenza artificiale. Le nuove sfide del sistema Italia”, convocato dall’Istituto per la Cooperazione con i Paesi Esteri (I.C.P.E.) e dall’imprenditore Francesco Carlino, che si è tenuto nell’Aula dei Gruppi parlamentari. Fonte: tiscali.it

I commenti sono chiusi