Il Polo AbruzzoItaly parteciperà alla 23a Convention mondiale delle Camere di Commercio Italiane all’Estero

Logo ConventionArrivare ad Ancona per conoscere i mercati esteri, questo è l’obiettivo del Polo Abruzzo-Italy, grazie alla Convention Mondiale delle Camere di Commercio italiane all’estero, evento annuale globale di Assocamerestero. E i numeri sono di estremo interesse: 81 Camere di Commercio italiane all’estero provenienti da paesi, 140 punti di assistenza nel mondo 25.000 associati (70% aziende locali), 300.000 imprese (il business che gira intorno alle Camere di Commercio italiane all’estero).

Ecco quello che accadrà nel capoluogo di regione, che per quattro giorni diventerà la capitale mondiale dell’internazionalizzazione: dal 18 al 21 ottobre imprenditori marchigiani e italiani, delegati stranieri, referenti politici nazionali e locali si incontreranno e discuteranno di come approcciare i mercati esteri e rilanciare l’economia marchigiana e nazionale.

Si tratta di un appuntamento economico cruciale e di una grande occasione per il sistema camerale di rivendicare con forza il ruolo di soggetti attivi e propulsivi, tanto in Italia che nel mondo, nel rendere l’internazionalizzazione una leva di sviluppo verso nuovi mercati con prioritario coinvolgimento delle piccole, piccolissime e medie imprese.

Il 18 e 19 ottobre si svolgeranno presso l’Ego hotel i lavori dedicati agli associati, durante i quali interverranno personalità di spicco. In particolare la domenica si terrà il confronto a più voci tra esponenti del sistema istituzionale, rappresentanti delle Camere di Commercio italiane all’estero, delle Camere di Commercio Italiane e referenti politici su “Globalizzazione Imprese e Reti – Il Sistema camerale italiano e italiano all’estero per una promozione diversa”.

Il 20 ottobre nella cornice della Mole Vanvitelliana si discuterà di “Esperienze sui mercati esteri. Riflessioni per una nuova competitività”, mentre il giorno successivo, martedì 21 ottobre, si darà ampio spazio alla partecipazione attiva del mondo imprenditoriale, grazie a 12 seminari sull’economia di Paesi particolarmente dinamici e agli incontri one to one per tutti gli imprenditori interessati ad incontrare i rappresentanti del sistema camerale all’estero secondo un'agenda personalizzata. Gli imprenditori possono iscriversi e prenotare gli incontri nel portale www.anconvention.net. La partecipazione agli eventi pubblici è gratuita.

Per Rodolfo Giampieri presidente della Camera di Commercio di Ancona “è la prima volta che Ancona ospita un incontro di interesse cosi grande. L'Ente che ho l'onore di presiedere, infatti, da anni lavora attraverso la sua azienda speciale Marchet, per allargare gli orizzonti economici del territorio e dei suoi imprenditori; questa regione guarda all'estero con interesse e riteniamo abbia molto da offrire ai mercati internazionali: per questo lavoriamo ogni giorno alla valorizzazione dei prodotti del nostro territorio, organizzando missioni commerciali, incoming di operatori stranieri e stampa estera specializzata, partecipazioni collettive di imprese a fiere, formazione specifica rivolta agli operatori economici. La risposta degli imprenditori al nostro impegno è stata importante: più di 600 quelli coinvolti nelle nostre iniziative di internazionalizzazione solo nell'ultimo anno, cifra che raddoppia il risultato ottenuto nei dodici mesi precedenti. E' un segnale forte e chiaro dell'esigenza del nostro tessuto imprenditoriale di cambiare letteralmente rotta e di cogliere le opportunità quando queste vengono offerte: ecco, la nostra intenzione è di continuare ad essere, come sistema camerale, soggetto propositore e in grado di intercettare il bisogno di fare internazionalizzazione delle nostre imprese e di accompagnarle in un percorso che può essere molto complesso, specie per realtà, eccellenti ma di dimensioni medio piccole, come quelle che caratterizzano il tessuto territoriale marchigiano. E la nostra Camera di Commercio, attraverso e grazie alla rete diffusa delle Camere di Commercio italiane all’estero, rappresenta lo “sportello d’ingresso” per le piccole e medie imprese che vogliono esportare e aprirsi ai mercati globali.

“In una fase in cui solo dai mercati internazionali si può attendere un contributo positivo alla crescita italiana questo appuntamento costituisce una grande opportunità per interagire con la rete di Camere all’estero, che ogni anno offre servizi a oltre 70 mila imprese, consente di realizzare oltre 300 mila contatti di affari e costituisce un formidabile veicolo per affacciarsi sui mercati internazionali e soprattutto per stringere collaborazione e alleanze produttive e di mercato con imprese all’estero. - aggiunge Leonardo Simonelli Santi, presidente di Assocamerestero - Le CCIE, che raccolgono le business community italiane operanti nel mondo rappresentano quindi un network originale per sviluppare forme più avanzate e innovative di internazionalizzazione sia per le imprese che per i soggetti del territorio”.

L’evento è organizzato dalla Camera di Commercio di Ancona e Assocamerestero in collaborazione con l'Azienda Speciale Marchet e sarà un'occasione di visibilità e business per la città e tutto il territorio, reso possibile anche grazie al contributo della Regione Marche e di Unioncamere.

I commenti sono chiusi