Focus Cina, Myanmar e Vietnam e la Nuova Via della Seta. I punti chiave [resoconto]

Abruzzo-Italy | Polo per l'internazionalizzazione è stato protagonista attivo del Focus "Cina, Myanmar e Vietnam", svoltosi questa mattina in una sala gremita di imprese presso la sede della CCIAA di Pescara-Chieti. L'evento è stato promosso e organizzato dal Centro Estero delle Camere di Commercio d'Abruzzo in collaborazione con le Ambasciate del Myanmar e del Vietnam, la Regione Abruzzo, la Camera di Commercio dell'Unione Europea in Cina, l'A.I.C.E.C. e lo stesso Polo Abruzzo-Italy.

Introdotto dai saluti istituzionali dell’Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Abruzzo, Mauro Febbo, che ha illustrato le prossime azioni dell'Amministrazione in favore dell’internazionalizzazione delle imprese, il programma dei lavori ha visto la partecipazione di importanti autorità ed esperti che hanno relazionato sulle opportunità offerte dai tre Paesi all’interno dello scenario della “Nuova Via della Seta”, il maxi-progetto cinese per la connessione infrastrutturale di tre continenti. Per Abruzzo-Italy è intervenuto il dott. Roberto Di Gennaro.

Forniamo di seguito un resoconto sintetico dei principali contributi:

L’Ambasciatore del Myanmar, Myint Naung, ha evidenziato alcune delle caratteristiche chiave del proprio Paese; una realtà in forte ascesa dal punto di vista economico-produttivo, con un elevato tasso di crescita annuo (+6,2%). Caratterizzato dalla presenza di Zone Economiche Speciali, il Myanmar sta agevolando l'ingresso di imprese straniere con forti incentivi fiscali, una serie di facilitazioni burocratiche e l'organizzazione di eventi di business mirati. Interessanti opportunità di investimento in questo Paese orientale si presentano nel comparto dell'agricoltura e nel settore energetico, mentre l'export italiano verso il Myanmar è molto forte su prodotti quali macchinari e apparecchi elettrici.

Il Consigliere Commerciale dell’Ambasciata del Vietnam, Nguyen Duc Thanh, ha esordito celebrando gli oltre 45 anni di relazioni istituzionali e diplomatiche con l'Italia. Ha quindi esposto come il Vietnam sia un Paese particolarmente attrattivo in diversi fattori di interesse per il business internazionale: IDE (Investimenti Diretti Esteri), valori di import-export, turismo. Il territorio vietnamita esprime significativi livelli di competitività per quanto riguarda le risorse umane e i costi di produzione. Una posizione strategica nell'area asiatica e un'adeguata stabilità politico-economica completano il quadro. Ben due città del Vietnam sono state incluse dal World Economic Forum tra le dieci più dinamiche al mondo. L'accordo commerciale tra Unione Europea e Vietnam, di prossima entrata in vigore, semplificherà ancora di più gli scambi commerciali, grazie all'abbattimento progressivo di tutta una serie di dazi e barriere doganali.

L'avv. Carlo D'Andrea, Vicepresidente della Camera di Commercio Europea per la Cina e socio fondatore dello studio legale internazionale D’Andrea & Partners (con sedi in oriente e in Italia), ha delineato il quadro delle strategie politico-commerciali cinesi, con specifico riferimento ai progetti infrastrutturali inerenti la Nuova Via della Seta (Belt & Road Initiative), e ha enunciato le principali indicazioni per le imprese italiane che vogliono fare affari in Cina. Sembrano esserci, in particolare, ampi margini di crescita nell'enorme mercato cinese per l'accesso dei prodotti tipici territoriali del settore agroalimentare. Il Consigliere A.I.C.E.C., Gaetana Rota, ha presentato i dettagli della prossima missione economica a Hong Kong e in Cina organizzata dall'Associazione Internazionalizzazione Commercialisti ed Esperti Contabili. Prevista dal 2 al 10 novembre di quest'anno, la trasferta consentirà ai professionisti e alle imprese partecipanti di visitare le città di Hong Kong, Shanghai e Pechino esaminandone le relative opportunità commerciali.

Il nostro Roberto Di Gennaro, Policy & Communications Adviser del Polo Abruzzo-Italy, ha approfondito le principali opportunità della Belt & Road Initiative (Nuova Via della Seta) in relazione all'area adriatica e all'economia del territorio. Supportata da dati e informazioni di studi recenti, l'analisi si è soffermata in particolare sugli impatti positivi derivanti dall'implementazione del maxi-progetto cinese: sia rispetto a una rinnovata centralità del Mediterraneo, soprattutto in termini di una maggiore movimentazione di merci e persone, sia a livello di potenziale aggiuntivo per l'export di prodotti e beni caratteristici del Made in Italy.

La chiusura del seminario è stata arricchita dall’intervento in collegamento video del Sottosegretario allo Sviluppo Economico, Michele Geraci, che ha fornito un prezioso ragguaglio sulle prossime attività del governo italiano dedicate allo sviluppo del commercio estero, soprattutto in relazione ai tre Paesi oggetto del Focus odierno. Una serie di appuntamenti “one2one” tra le imprese e alcuni dei relatori ha permesso infine di approfondire ulteriormente le tematiche oggetto del seminario.


Presentazioni e materiali:


Tgr Abruzzo - Focus Cina, Myanmar e Vietnam

Il servizio Rai Tgr Abruzzo sul Focus Cina, Myanmar e Vietnam di ieri, 29 maggio 2019 (Servizio di Michaela Barilari, montaggio di Giuseppe Masciulli)

Gepostet von Centro Estero Abruzzo am Donnerstag, 30. Mai 2019

L'Abruzzo sulla "via della seta"Lido Legnini Maura Di Marco Mauro Febbo

Gepostet von Catia Napoleone am Mittwoch, 29. Mai 2019


I commenti sono chiusi