PRESENTATA LA 4ª EDIZIONE DEL FORUM DEL MEDITERRANEO “FORUMED 2015. COLTIVIAMO OPPORTUNITÀ”

SPOLTORE. Il Polo per l’internazionalizzazione delle imprese abruzzesi Abruzzo Italy ha presentato nella mattinata odierna la 4ª edizione del Forum del Mediterraneo “FORUMED 2015. COLTIVIAMO OPPORTUNITÀ”, presso il Centro Arca di Spoltore. L’evento, che vedrà protagonista il comparto economico e culturale abruzzese, avrà luogo dal 10 al 12 giugno prossimi nel Centro Espositivo Marina di Pescara, con giornata conclusiva nella città di Avezzano, in collaborazione con il GAL Antiche Terre Aquilane. Questa scelta si ricollega con il tema di Expo 2015 “Nutrire il Pianeta. Energia per la Vita”. A Forumed 2015 è confermata la partecipazione di 15 paesi, non solo mediterranei, sono previsti 8 seminari e continue sessioni di B2B. Le aree tematiche abbracceranno svariati ambiti: l’agroalimentare, la cooperazione internazionale, il turismo, i trasporti, l’ energia, la green economy, l’innovation technology e la ricerca e sviluppo; solo per citarne alcuni. Tra i workshop in programma: “Il ruolo della Macroregione Adriatico-Ionica nel Mediterraneo”, “La cultura del food nel Mediterraneo, vera opportunità per l’export”, “Internet delle cose”, “Strumenti finanziari innovativi”, “Sostenibilità” e “Fashion e Bello”.

L’evento biennale è stato presentato da Francesco Norcia presidente del Polo per l’internazionalizzazione, Luca Labricciosa direttore del Polo per l’internazionalizzazione e Andrea Ronchitelli consigliere del Polo delegato al settore Agroalimentare. Forumed è rivolto a imprese, rappresentanti di istituzioni, camere di commercio, università, agenzie di sviluppo e associazioni di categoria desiderosi di sviluppare sinergie efficaci con i mercati dell'area euro-mediterranea, un bacino di oltre 600 milioni di abitanti. Il presidente Norcia ha tenuto a sottolineare che: «Forumed 2015 è concepito con il supporto dell’associazione Abruzzo4Med ed è articolato su tre giornate presso due sedi operative distinte, Pescara ed Avezzano, per facilitare un maggior coinvolgimento delle PMI dislocate nelle diverse aree del territorio abruzzese».

I commenti sono chiusi